Home > Progetti > Promozione della salute

La promozione della salute si concretizza prevalentemente attraverso l’attività dell’ospedale San Gottardo di Dédomé e il sostegno al dispensario di Aledjo nel nord del paese.

Il progetto è nato dall’esigenza di diminuire la mortalità materna e infantile nel villaggio che nel 2004 era del 3% per le partorienti, del 32.5% per i bambini da 0 a 11 mesi, del 15% per i bambini da 12 a 23 mesi, del 7.5% per i bambini da 24 a 35 mesi e del 3.3% per i bambini da 36 a 48 mesi.

Gli obiettivi 2002 – 2006 del Piano Nazionale di Sviluppo Sanitario (PNDS) elaborato dall’OMS con il Ministero della salute togolese prevedevano di: “lottare contro le malattie, promuovere l’accesso alle cure di qualità, diminuire la mortalità materna e infantile”. La costruzione del centro medico sociale, ufficialmente riconosciuto dal Ministero della Salute, si inseriva in questi obiettivi.

Dalla sua apertura, il 29 dicembre 2004, la struttura che conta 36 posti letto divisi in due edifici è gestita da un’équipe sanitaria locale composta, nel 2016, di 35 persone tra le quali: un direttore amministrativo, un medico, un medico assistente, un medico chirurgo, un anestesista, tre infermieri, una levatrice, due levatrici tradizionali, quattro aiuto infermieri, due laboratoristi, un aiuto laboratorista, un tecnico in radiologia, due responsabili della farmacia, un cassiere, un soccorritore.

Il centro dispone di due piccole sale operatorie, una radiologia, un laboratorio, un ecografo.

L’attività svolta in questi anni ha fatto sì che nessuna donna sia più morta nel corso del parto e che la mortalità infantile sia stata notevolmente ridotta. I risultati raggiunti e l’organizzazione del centro medico sociale sono stati attentamente valutati dal Ministero della Salute che il 29 dicembre 2011 ha ufficialmente eletto la struttura al rango di ospedale.

Nel 2016 si sono registrati: 2’857 consultazioni di medicina, 275 consultazioni di chirurgia, 329 ricoveri, 86 consultazioni prenatali e 52 nascite. Il progetto prevede l’autofinanziamento del centro entro il 2018. Nel 2016 i costi di gestione in Togo sono stati di CHF 178’700. -, di cui il 70.5% autofinanziato.

L’apertura del servizio di chirurgia (febbraio 2010) con la presenza in loco del dr. Giacomo Martinoni, chirurgo ticinese in pensione, richiede un sostegno finanziario speciale, legato in modo particolare all’acquisto di materiale. L’associazione assume la totalità dei costi degli investimenti e una parte delle spese di gestione.

Nel 2016, grazie alla generosità di molti benefattori, è stato possibile acquistare un nuovo apparecchio di radiologia del costo di CHF 45’000.- per sostituire quello d’occasione regalato all’Associazione nel 2004 da una struttura sanitaria ticinese.

L’associazione sostiene con aiuti puntuali, in particolare medicamenti generici, il dispensario di Aledjo, situato 200 km a nord di Dédomé, che accoglie mamme con bambini gravemente denutriti; l’associazione si è impegnata a sostenere il loro programma di educazione alimentare e di cura nel tentativo di salvare il maggior numero di bambini possibile, con l’approvvigionamento annuale di almeno 50 scatole di un particolare latte contro la diarrea (AL 110 introvabile in Togo) e di medicamenti generici. Il contributo annuo complessivo a questi dispensari è di CHF 3’000. -.

Il preventivo annuo di gestione dell’ospedale ammonta a CHF 65’000.-


Per sostenere l’associazione

Versamento della quota sociale annua di CHF 30.- (EUR 25.-)
La quota sociale permette di far fronte alle spese amministrative e di destinare tutti gli altri ricavi ai progetti in corso.
Versamento per singoli progetti
I versamenti possono essere effettuati sul conto seguente:
CCP 65 – 750182-5
IBAN CH71 0900 0000 6575 0182 5
BIC POFICHBEXXX