Home > Progetti > Promozione scolarizzazione e formazione professionale

La promozione della scolarizzazione e della formazione professionale passa attraverso le adozioni a distanza e i padrinati.

Ad inizio 2017 sono 273 i bambini e i ragazzi sostenuti affinché possano portare a termine la scolarità obbligatoria, il liceo, l’università o seguire un apprendistato facendo fronte ai bisogni quotidiani.

Nel 2016 il comitato ha proseguito la riflessione iniziata nel 2014 sull’eventuale abbandono dell’adozione nominativa per passare a contributi globali destinati al sostegno di una classe, alle urgenze di una famiglia e, in casi particolari, a un bambino il cui nome resta però sconosciuto al/alla padrino/madrina e ha ridefinito il padrinato che è:

  • un atto di solidarietà che permette a bambini e giovani di sperare in un futuro migliore;
  • un sostegno che si indirizza a numerosi bambini e giovani nello spirito di solidarietà che caratterizza i villaggi africani;
  • un cammino accompagnato dai coordinatori locali dell’Associazione per un tempo definito in funzione delle necessità dei singoli gruppi e delle loro famiglie

In dicembre 2016, 24 famiglie hanno condiviso la nuova impostazione del progetto; una famiglia sostiene una classe fino al termine del ciclo e ogni classe può essere sostenuta da 15 famiglie.

Con il padrinato collettivo, si sostengono


con 25 franchi al mese una classe della scuola dell’infanzia,

con 30 franchi al mese una classe di bambini della scuola elementare o media

con 50 franchi al mese la formazione di apprendisti o studenti liceali e universitari.

L’adozione nominativa resta possibile su richiesta.

Nel villaggio di Dédomé il 51% degli abitanti ha meno di 20 anni. L’analisi del contesto nel 2004 aveva evidenziato che il 5.4% dei ragazzi tra i 10 e i 14 anni non erano scolarizzati; questo tasso aumentava al 13.4% per i giovani tra i 15 e i 19 anni, per raggiungere il 30% nelle persone che avevano più di 40 anni.

Le adozioni a distanza rappresentano uno dei mezzi per raggiungere gli obiettivi definiti fin dall’inizio dell’attività della nostra associazione e cioè: permettere l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani di Dédomé e promuovere la solidarietà tra le famiglie all’interno del villaggio.

I risultati attesi –  tasso di scolarizzazione elementare pari al 100%, tasso di ottenimento del certificato di fine apprendistato pari al 75%, sopportabilità dei costi di formazione da parte delle famiglie (dalla scuola elementare al termine della formazione) e disponibilità di mezzi e risorse formative nel villaggio o nella regione (docenti, materiale scolastico, …) – sono stati raggiunti grazie alla generosità di molte famiglie della Svizzera Italiana.

Dal 2015 il direttore esecutivo dell’ONG in loco, può contare sulla presenza di due sociologi volontari, inviati e sovvenzionati dallo Stato per un periodo di stage di durata indeterminata. Questa esperienza rientra in un progetto voluto dal Governo togolese per permettere agli studenti universitari che terminano la formazione di acquisire competenze pratiche sul terreno.

Nell’ambito della nostra associazione i due sociologi si sono occupati in particolare di valutare la situazione scolastica e sociale dei bambini e dei ragazzi adottati a distanza, visitando le famiglie, raccogliendo i dati presso le varie direzioni scolastiche e procedendo al pagamento della retta annuale degli alunni.

I ricavi dei padrinati rappresentano ca. il 50% dei proventi dell’associazione. Si tratta di risorse importanti finalizzate alla scolarizzazione dei giovani della regione. Oltre a coprire i costi delle rette e del materiale scolastico e didattico, il contributo, che confluisce in una cassa comune, copre anche le spese sanitarie (pianificate due visite mediche all’anno per tutti i bambini), il doposcuola e la scuola estiva. Il sostegno alle famiglie è oggi puntuale e mirato: i coordinatori sul posto verificano le esigenze specifiche delle famiglie e le aiutano a superare le difficoltà temporanee e a ricostruire la rete sociale per evitare l’isolamento e l’emarginazione. In questo modo l’associazione è in grado di assicurare la scolarizzazione anche ai bambini che non hanno un padrino o una madrina.

 

Il preventivo annuo ammonta a CHF 120’000.-


Per sostenere l’associazione

Versamento della quota sociale annua di CHF 30.- (EUR 25.-)
La quota sociale permette di far fronte alle spese amministrative e di destinare tutti gli altri ricavi ai progetti in corso.
Versamento per singoli progetti
I versamenti possono essere effettuati sul conto seguente:
CCP 65 – 750182-5
IBAN CH71 0900 0000 6575 0182 5
BIC POFICHBEXXX